"La Storia siamo noi": blog di storia, letteratura e arte

sabato 31 maggio 2014

"Vieni, mio bel gatto..." nei versi celeberrimi di C. Baudelaire




Ritratto di Charles Baudelaire 
di Emile Deroy, 1844

Le Chat

Viens, mon beau chat, sur mon coeur amoureux; 
Retiens les griffes de ta patte,
Et laisse-moi plonger dans tes beaux yeux,
Mêlés de métal et d'agate.

Lorsque mes doigts caressent à loisir
Ta tête et ton dos élastique,
Et que ma main s'enivre du plaisir
De palper ton corps électrique,

Je vois ma femme en esprit. Son regard,
Comme le tien, aimable bête
Profond et froid, coupe et fend comme un dard,

Et, des pieds jusques à la tête,
Un air subtil, un dangereux parfum
Nagent autour de son corps brun.

(Les Fleurs du Mal, 1857 - Charles Baudelaire)


Il Gatto

Vieni, mio bel gatto, sul mio cuore innamorato; 
Ritira le unghie nelle zampe, 
E lasciami sprofondare nei tuoi begli occhi 
In cui l'agata si mescola al metallo.

Quando le mie dita carezzano a piacere 
La tua testa e il tuo dorso elastico 
E la mia mano s'inebria del piacere 
Di palpare il tuo corpo elettrico,

Vedo in spirito la mia donna. Il suo sguardo,
Come il tuo, amabile bestia, 
Profondo e freddo, taglia e fende come un dardo, 

E, dai piedi alla testa,
Un'aria sottile, un temibile profumo 
Ondeggiano intorno al suo corpo bruno.

(I Fiori del Male, 1857 - Charles Baudelaire)
Share:

4 commenti:

  1. È tuo il bellissimo micione della foto? Il mio si sente già abbastanza signore e padrone di casa senza che gli vengano dedicati anche dei versi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, sì, penso che la consapevolezza della propria beltà sia una caratteristica comune ai felini. Purtroppo non è mio, è di una coppia di amici. Il gattone si chiama Titto e pare sia un autentico spettacolo. L'autore della foto è Alessio Ferraro, sue sono le foto della raccolta di poesie "Meridiana di Luce".

      Elimina
  2. Al solo leggere i versi sembra di avere affondato le dita nella sua pelliccia e sentirlo ronfare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me i gatti sono la Bellezza incarnata. Starei ore ad osservarli. :-)

      Elimina

- Per inserire immagini nei commenti usate questa sintassi: [img]URL_Immagine[/img]
- Per inserire video nei commenti usate questa sintassi: [video]URL_Video[/video]
Sono supportate immagini in JPG, PNG e GIF e video di Youtube e Vimeo.

Subscribe

* indicates required

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER MENSILE...

... e riceverai in regalo tre racconti storici!

QUALCOSA DI ME

QUALCOSA DI ME
Mi chiamo Cristina Rossi, e sono nata a Milano nel 1963. Sono redattrice e ricercatrice iconografica nel settore scolastico per le lingue moderne. Mi piace scrivere e sono appassionata di Storia. In quest'ambito ho scritto e pubblicato sei romanzi, svariati racconti e due drammi teatrali. Ho in cantiere una serie di romanzi ambientati nel periodo della Rivoluzione Francese. Lo pseudonimo di Cavaliere è il mio omaggio al Medioevo.

IL MIO ULTIMO LAVORO

Parigi, 1789. Maximilien Robespierre, Georges Danton, Camille Desmoulins, Antoine de Saint-Just sono tra i protagonisti della Rivoluzione Francese. Ma come si arriva a far scoppiare una rivolta di tale portata, a diventarne il volto e a capeggiare le sue fasi sanguinarie? Solo scandagliando il passato si scioglierà l’enigma. È nella loro infanzia, nella formazione politica e sentimentale, in relazioni proibite consumate nell’ombra, che incomincia a dipanarsi la matassa. Ne emerge un disegno rivelatore di tormentati legami che li uniscono sin dalle esistenze passate. E che li attira verso la bellissima Lucile Duplessis, fenice che rinasce dalle sue stesse ceneri.

La Fiamma e la Rosa

Un visitatore dei nostri giorni entra in una chiesa e incontra la misteriosa Donna dell’Affresco, che gli narra una storia di amore e adulterio tra due giovani nella Firenze di Lorenzo de' Medici. Siamo alla fine del Quattrocento, e la città è al culmine del suo splendore artistico e culturale. Firenze è però destinata a incupirsi con l’avvento del frate domenicano Girolamo Savonarola e della sua eresia, e lo stesso avverrà per le vicende dei due amanti. Alla fine del racconto, il visitatore comprende che quella storia antica lo riguarda molto da vicino…

Post più popolari

AVVISO AI NAVIGANTI

I commenti sono benvenuti e si può scegliere la modalità Anonimo se non si possiede un account. Raccomando di firmarsi sempre con nome o nickname, in caso contrario saranno rimossi. Grazie a tutti per la comprensione.

POLITICA DEI COOKIE

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione, significa che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli leggi la seguente pagina informativa.
Dal 25 maggio 2018 è entrata in vigore la normativa europea sulla privacy che impone ai visitatori di essere avvisati, tramite una specifica notifica, dell'uso di determinati cookie di Blogger e Google. Per maggiori dettagli sull'aggiunta leggi anche la seguente pagina informativa di Google.