"La Storia è un ponte fra terra e cielo": blog di storia, letteratura e arte

mercoledì 8 novembre 2017

Il blog indemoniato, richiedesi esorcista



Cari tutti,

alcuni voi si saranno accorti che da qualche giorno nella schermata dei miei commenti appare la Home Page in modalità mobile, ed è quindi impossibile commentare.

Mi sono sentita subito in colpa pensando di essere io la responsabile, data la mia scarsa propensione per la tecnologia - appena tocco, disfo. Ho lanciato l'allarme su Facebook, e alcuni blogger (non tutti) mi hanno confermato di avere gli stessi problemi. Mettendo la modalità Google nelle impostazioni, tiene l'eventuale nuovo commento, ma ripristinando Blogger lo stesso scompare; ragion per cui non voglio far perdere tempo ed energie preziose a nessuno e preferisco avvisare che la cosa non dipende da me, ma da probabili lavori in corso.

Nella speranza che il problema si risolva a breve per poter pubblicare l'articolo del sabato, ho chiamato un esorcista secondo la migliore tradizione!

A presto e buona serata,

Cristina

Share:

22 commenti:

  1. Risposte
    1. Ha ripreso a funzionare normalmente anche da Blogger! L'incubo è finito!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Io ce l'ho fatta a commentare. Forse hanno già risolto il problema.

      Elimina
    2. "Houston we have a problem..." Beep beep... "Problem solved"

      Grazie mille, Ariano... ha ripreso a funzionare! :)

      Elimina
  3. Confermo che ora il tutto funziona normalmente, e chiedo scusa per il pandemonio scatenato specialmente su Fb. Vabbeh, però Blogger non può farmi venire questi coccoloni: sono anziana e ho diritto a dei riguardi!

    RispondiElimina
  4. Rimane il mistero del perché alcuni blog siano coinvolti e altri no, pur appartenendo alla stessa piattaforma. Come ti ho scritto su fb, anche in passato ho appreso di problemi analoghi solo leggendo le segnalazioni di altri, senza che il mio blog fosse direttamente coinvolto. Incrociamo le dita ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti la cosa inquietante è che sembra un fenomeno "random"... ci sarebbe da scriverne un racconto, se qualcuno ha voglia di cimentarsi. O magari potrebbe essere un buon spunto per un "Insieme raccontiamo".

      Per quanto riguarda il tuo essere preservato, come ti ho scritto su Fb secondo me hai qualche divinità greca che ti protegge. ;)

      Elimina
    2. Aggiungo qui una risposta "a forchetta" che coinvolge questo commento e il successivo :P

      Non credo dipenda dall'utilizzo di un tema non predefinito, anche perché la "zona" commenti è una parte che va sempre in aggiunta a tutto il resto (tant'è che virando verso G+ era tutto ok).

      Una possibile spiegazione all'azione nefasta e randomica può essere legata alla dislocazione della piattaforma: molto probabilmente ne hanno risentito alcuni blog hostati su uno o più server diversi dagli altri.

      Cosa poi sia successo nel particolare, non è dato saperlo, quantomeno dalle mie ricerche. Aggiornamenti? Problemi di natura tecnica? Boh!

      In ogni caso, il più delle volte basta avere tanta pazienza e il problema si risolve da solo :D

      Elimina
    3. Il commento mi PiGreco, che ringrazio di cuore, può essere seguito solo dal mio fragoroso e ammirato silenzio. Una cosa voglio dire, però: anche sul lavoro funziona nello stesso modo! Quando tutti si agitano, basta rimaner tranquillo e fermo e ogni cosa va a posto. Blogger ci ha dato una lezione di vita. :-D

      Elimina
  5. Anche il mio ha ripreso ha funzionare!
    Noi abbiamo in comune il fatto di aver messo un tema diverso da quelli predefiniti di Blogger, che c'entri questo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci ho pensato anch'io... è la punizione di Blogger per aver osato alterare il formato! Bisognerebbe verificare con Vincenzo Cavaliere se anche lui aveva modificato in tal senso il suo blog.

      Elimina
  6. Bene, sei guarita anche tu.
    Blogger ci sta passando tutti in rassegna. 😋

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che paura! Magari avrò una ricaduta... Quasi quasi corro a farmi un brodino caldo. :)

      Elimina
  7. Risposte
    1. Normalità è una parola grossa, almeno per quanto mi riguarda. :-D Mi accontento del "Bentornata", e grazie del supporto su Fb e qui.

      Elimina
  8. Risposte
    1. Davvero! Parafrasando Blob, anzi Blog: "E' la cosa più orribile che abbia mai visto!" ;)

      Elimina

- Per inserire immagini nei commenti usate questa sintassi: [img]URL_Immagine[/img]
- Per inserire video nei commenti usate questa sintassi: [video]URL_Video[/video]
Sono supportate immagini in JPG, PNG e GIF e video di Youtube e Vimeo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER MENSILE...

... e riceverai in regalo tre racconti storici!

Subscribe

* indicates required

QUALCOSA DI ME

QUALCOSA DI ME
Mi chiamo Cristina Rossi, e sono nata a Milano nel 1963. Ho studiato lingue straniere al liceo, e mi sono laureata in Storia con 110/110 e lode. Lavoro come redattrice e ricercatrice iconografica nel settore scolastico per le lingue moderne. In ambito storico ho scritto e pubblicato sei romanzi, svariati racconti e due drammi teatrali. Ho in cantiere una serie di romanzi ambientati nel Medioevo, e un altro nel periodo della Rivoluzione Francese. Lo pseudonimo di Cavaliere è il mio omaggio al Medioevo.

COLLABORA CON ME

COLLABORA CON ME
Clementina Daniela Sanguanini, nata anche lei a Milano nel 1963. Nella sua professione si occupa di inchieste sociali e ricerche di mercato, con specializzazione in progetti di ricerche motivazionali. La appassiona tutto ciò che concerne l’arte, la storia, la letteratura, il teatro, i viaggi, la musica e il cinema. Ha scritto un romanzo giallo, "Niente Panico", edito da Montecovello Editore. I suoi articoli pubblicati nel blog si trovano ne "L'angolo di Cle".

IL MIO ULTIMO LAVORO

Il Fuoco di Prometeo

Parigi, 1790. Alla vigilia delle nozze di Camille, Maximilien Robespierre incontra la futura sposa dell’amico e vorrebbe impedire il matrimonio. Ma accade l’impensabile e i sentimenti dell’Incorruttibile cambiano in maniera radicale. Si scatena dunque tra i due uomini una lotta feroce, riflesso della violenza crescente di una Francia sconvolta dalla rivoluzione. Tra insurrezioni di popolo, rivolte interne, guerre contro le potenze europee, i maggiori leader politici – Robespierre, Danton, Marat, Saint-Just – cercano disperatamente di arginare il caos ed evitare che la nazione sprofondi nella guerra civile. Tuttavia, nel groviglio avvelenato delle loro esistenze, gli enigmi del passato continuano a ripresentarsi, e pretendono a gran voce di essere risolti. Perché Robespierre continua a sognare un cavaliere templare di nome Jacques? Emerge così un’incredibile “storia altra”, dove nessuno è come appare e dove la verità andrà oltre ogni possibile immaginazione.

Cliccate sul titolo per scaricare un estratto

Post più popolari

AVVISO AI NAVIGANTI

I commenti sono benvenuti e si può scegliere la modalità Anonimo se non si possiede un account. Raccomando però di firmarsi sempre con nome o nickname, in caso contrario saranno rimossi. Grazie a tutti per la comprensione.

POLITICA DEI COOKIE

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione, significa che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli leggi la seguente pagina informativa.
Dal 25 maggio 2018 è entrata in vigore la normativa europea sulla privacy che impone ai visitatori di essere avvisati, tramite una specifica notifica, dell'uso di determinati cookie di Blogger e Google. Per maggiori dettagli sull'aggiunta leggi anche la seguente pagina informativa di Google.