"La Storia siamo noi": blog di storia, letteratura e arte

sabato 28 luglio 2018

L'eternità nello sguardo di Arthur Rimbaud



 Sunset Sky, Chiesa della Salute and San Giorgio Maggiore (1859)
di Edward William Cooke


L'Eternità

È ritrovata.
Che? – L’Eternità.
È il mare andato
Con il sole.

Anima sentinella,
Mormoriamo la confessione
Della notte sì nulla
E del giorno di fuoco.

Dagli umani suffragi,
Dagli slanci comuni,
Là ti disciogli
E libera voli.

Da voi soli invero,
Tizzoni di raso,
Si esala il Dovere,
E non si dice: finalmente.

Là, niente speranza,
Nessun orietur.
Scienza e pazienza,
Supplizio sicuro. 

È ritrovata.
Che? – l’Eternità
È il mare andato
Con il sole.


 L’Eternité

Elle est retrouvée.
Quoi ? – L’Eternité.
C’est la mer allée
Avec le soleil.

Ame sentinelle,
Murmurons l’aveu
De la nuit si nulle
Et du jour en feu.

Des humains suffrages,
Des communs élans
Là tu te dégages
Et voles selon.

Puisque de vous seules,
Braises de satin,
Le Devoir s’exhale
Sans qu’on dise : enfin.

Là pas d’espérance,
Nul orietur.
Science avec patience,
Le supplice est sûr.

Elle est retrouvée.
Quoi ? – L’Eternité.
C’est la mer allée
Avec le soleil.


Jean Nicolas Arthur Rimbaud (Charleville, 20 ottobre 1854 – Marsiglia, 10 novembre 1891) è stato un poeta francese. La breve stagione della sua poesia, originalissima e fra le più moderne e attuali, coincide con quella della sua rivolta giovanile, con il totale disprezzo di ogni convenzione sociale e morale e della stessa letteratura.

L'opera di Rimbaud comincia con versi legati per arrivare al verso libero e alla poesia in prosa. Ma ciò che in Charles Baudelaire era enunciato con la compostezza degli alessandrini e trasparenti simbolismi, in Rimbaud diventa lirica che attinge alla libertà dell'immaginario, ai sensi, alla visione irreale. L'ordine sintattico ne risulta spezzato, il ritmo ricreato al di là della tradizione. In Rimbaud «lo sguardo poetico penetra attraverso una realtà coscientemente frantumata fin nel vuoto del mistero» (Hugo Friedrich).






***

Fonte testo:
  • L'eternitè da "Opere" di Arthur Rimbaud - Feltrinelli economica - traduzione di Ivos Margoni
  • Biografia - Wikipedia e Treccani.
Fonte immagini:
  • Edward William Cooke - Sunset on the Lagoon of Venice - http://19thcenturybritpaint.blogspot.com
  • Arthur Rimbaud in una foto di Étienne Carjat (dicembre 1871) - Wikipedia

Share:

20 commenti:

  1. Il blog va in vacanza fino a settembre e, come di consueto, vi offro una poesia. Stavolta non l'ho legata alla stagione estiva, ma ho scelto "L'Eternité" di Arthur Rimbaud nella traduzione in italiano di Ivos Margoni e nella versione originale. Credetemi, ho fatto fatica a trovare un dipinto che mi soddisfacesse, ma questo risponde esattamente a quello che volevo. Buone vacanze a tutti!

    RispondiElimina
  2. Non so se ricordi, ho dedicato anch'io un post a questa poesia, che ho tra l'altro anche musicato, quando ancora ero musicista e ho creato la colonna sonora per lo spettacolo di teatro-danza su Rimbaud nel 2001.
    Ottima anche la scelta del dipinto!
    E buona vacanza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita, ora che me ne fai ricordare hai ragione! Si tratta della stessa poesia che avevi musicato. Rimbaud tra l'altro è uno dei poeti della mia adolescenza, la cosiddetta triade: Baudelaire, Rimbaud, Verlaine.
      Il dipinto l'ho trovato dopo aver visto centinaia di paesaggi stucchevoli, e non volevo mettere il "solito" Turner.
      Grazie per gli auguri, anche se la vacanza è relativa. Attualmente sto leggendo alcuni post di altri blog, tra cui lo speciale di TOM. Ho lasciato un commento al tuo post su "L'inferno di una donna".

      Elimina
    2. Caspita, che notizia! Appena posso corro a leggerle il commento :-))
      La poesia di Rimbaud da me musicata che ho pubblicato nel blog era però un'altra: "O stagioni, o castelli!". De "L'eternité" mi sono occupato in uno dei più recenti "Incantesimi cinemusicali".

      Elimina
  3. Cara Cristina, buonissima estate e meritato riposo!
    Io sono a Milano, se si placa un po' il caldo ci possiamo incontrare per qualcosa di fresco, per ora faccio piccoli spostamenti proprio per la calura piuttosto pesante di questi giorni. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sandra, in effetti questo caldo mi atterra, e meno male che in studio ho l'aria condizionata, peraltro solo da qualche anno come forse ti raccontavo. Invece a casa si va di ventilatore. Io lavoro fino al 10, per cui sono in circolazione a Milano nella zona che tu sai! :) Un abbraccio.

      Elimina
  4. Rimbaud l'ho studiato e letto ai tempi dell'università, onestamente un po' troppo visionario per i miei gusti.
    Come personaggio è sicuramente interessante, Kundera lo ha reso un protagonista "indiretto" del suo romanzo "La vita è altrove" (che è appunto un verso di Rimbaud).
    Buone vacanze Cristina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai, non sapevo che avesse colpito anche l'immaginazione di Kundera! Grazie dell'informazione.
      Pensa che, facendo le ricerche per questo post, mi sono imbattuta in un film su Rimbaud dal titolo "Total eclipse" del 1995 di Agnieszka Holland con un Leonardo DiCaprio giovanissimo nella parte di Rimbaud. Verlaine è invece impersonato da David Thewlis (il professore-lupo mannaro di Harry Potter).
      Buone vacanze anche a te e ci rileggiamo a settembre!

      Elimina
  5. Bellissimo sia il dipinto che la poesia, buone vacanze Cristina!

    RispondiElimina
  6. Solo tu puoi salutare per ferie con una poesia. Ti auguro di sopravvivere a questo caldo torrido conservando energie sufficienti per scrivere e studiare, perché sono certa che da quello non andrai in ferie. A presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadia, sì, è un po' una tradizione del blog, iniziata per caso a dire il vero. Prima delle vacanze avevo cominciato con il classico "Meriggiare" di Montale, poi mi è sembrato carino continuare anche pre-chiusura natalizia. :) Se vai sulla pagina "Luoghi dell'anima" c'è una sezione dedicata alle poesie, cerco di inserire autori diversi per variare.

      Per quanto riguarda il caldo, me la cavo abbastanza in studio dove ho l'aria condizionata, ma a casa mia c'è da mo-ri-re.
      Approfitto per dirti che ti ho lasciato la recensione di "Vita e riavvita". A presto!

      Elimina
    2. Cristina non so che dirti se non grazie. Mi hai fatto un doppio regalo non solo l'onore della lettura ma anche quello della bellissima recensione. Un inaspettato regalo che mi rende molto felice
      ❤️

      Elimina
    3. Mi sono piaciute molto queste storie di donne, e soprattutto il pizzico di mistero inserito in ciascuna storia. Come sai, ne sono particolarmente appassionata! ;) Ora proseguo nella mia giornata lavorativa "caliente". :-P

      Elimina
  7. Ciao cara!
    Che dire, amo Rimbaud e i poeti maledetti..solitamente si sente sempre citare Baudelaire e vengono lasciati da parte tutti gli altri. Hai fatto una scelta meravigliosa! Il dipinto di Cooke mi ha portato alla memoria i dipinti di Turner, da perdersi completamente in quei colori.
    Ti auguro un buon weekend! Un abbraccio! :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Diana, grazie del passaggio in questa estate assolata! :) Sono felice che poesia e dipinto ti siano piaciuti. Un caro augurio valido per il fine settimana, e tutto il mese. A presto.

      Elimina
  8. Leggo solo adesso la poesia dell'immenso Rimbaud, fra i poeti che più ho amato in gioventù. Hai visto il film Total Eclypse?
    Intanto, buon proseguimento di vacanza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Luz, ben trovata! Il film Total Eclypse non l'ho ancora recuperato, tra una cosa e l'altra. Le mie vacanze si vanno assottigliando, il 3 settembre si riprende. :(

      Elimina

- Per inserire immagini nei commenti usate questa sintassi: [img]URL_Immagine[/img]
- Per inserire video nei commenti usate questa sintassi: [video]URL_Video[/video]
Sono supportate immagini in JPG, PNG e GIF e video di Youtube e Vimeo.

Subscribe

* indicates required

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER MENSILE...

... e riceverai in regalo tre racconti storici!

QUALCOSA DI ME

QUALCOSA DI ME
Mi chiamo Cristina Rossi, e sono nata a Milano nel 1963. Sono redattrice e ricercatrice iconografica nel settore scolastico per le lingue moderne. Mi piace scrivere e sono appassionata di Storia. In quest'ambito ho scritto e pubblicato sei romanzi, svariati racconti e due drammi teatrali. Ho in cantiere una serie di romanzi ambientati nel periodo della Rivoluzione Francese. Lo pseudonimo di Cavaliere è il mio omaggio al Medioevo.

IL MIO ULTIMO LAVORO

Parigi, 1789. Maximilien Robespierre, Georges Danton, Camille Desmoulins, Antoine de Saint-Just sono tra i protagonisti della Rivoluzione Francese. Ma come si arriva a far scoppiare una rivolta di tale portata, a diventarne il volto e a capeggiare le sue fasi sanguinarie? Solo scandagliando il passato si scioglierà l’enigma. È nella loro infanzia, nella formazione politica e sentimentale, in relazioni proibite consumate nell’ombra, che incomincia a dipanarsi la matassa. Ne emerge un disegno rivelatore di tormentati legami che li uniscono sin dalle esistenze passate. E che li attira verso la bellissima Lucile Duplessis, fenice che rinasce dalle sue stesse ceneri.

La Fiamma e la Rosa

Un visitatore dei nostri giorni entra in una chiesa e incontra la misteriosa Donna dell’Affresco, che gli narra una storia di amore e adulterio tra due giovani nella Firenze di Lorenzo de' Medici. Siamo alla fine del Quattrocento, e la città è al culmine del suo splendore artistico e culturale. Firenze è però destinata a incupirsi con l’avvento del frate domenicano Girolamo Savonarola e della sua eresia, e lo stesso avverrà per le vicende dei due amanti. Alla fine del racconto, il visitatore comprende che quella storia antica lo riguarda molto da vicino…

IL MIO CANALE YOUTUBE

Post più popolari

AVVISO AI NAVIGANTI

I commenti sono benvenuti e si può scegliere la modalità Anonimo se non si possiede un account. Raccomando di firmarsi sempre con nome o nickname, in caso contrario saranno rimossi. Grazie a tutti per la comprensione.

POLITICA DEI COOKIE

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione, significa che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli leggi la seguente pagina informativa.
Dal 25 maggio 2018 è entrata in vigore la normativa europea sulla privacy che impone ai visitatori di essere avvisati, tramite una specifica notifica, dell'uso di determinati cookie di Blogger e Google. Per maggiori dettagli sull'aggiunta leggi anche la seguente pagina informativa di Google.