"La Storia è un ponte fra terra e cielo": blog di storia, letteratura e arte

sabato 29 giugno 2019

Il grande ritorno del Diavolo... al castello di Pagazzano


In quest'estate torrida, davvero infernale, non ho la forza per scrivere post troppo lunghi, o affliggervi con la lettura argomenti particolarmente impegnativi.

Tuttavia voglio farvi partecipi di un graditissimo ritorno, cioè quello del

Diavolo Bernabò Visconti

che ricomparirà tra lampi, tuoni e odore di zolfo il giorno 13 luglio!

Stavolta la sua temibile apparizione avverrà nel castello di Pagazzano, in provincia di Bergamo.

Non ho mai visto questo castello, che mi dicono essere un luogo particolarmente suggestivo e ben conservato, per cui sarà una bella occasione per partecipare alla visita guidata del maniero, e godermi lo spettacolo in un cornice storica dove messere si esprimerà al massimo della sua sulfurea potenza.

Qui il sito dove potrete ammirare le fotografie, informarvi sulla storia del castello e apprendere di altre iniziative.

Invece qui sotto trovate il video realizzato da Teatrok per una delle scorse edizioni. Vi aspettiamo numerosi!



Share:

8 commenti:

  1. Questo Bernabò Visconti non ne vuole sapere di starsene tranquillo ;)
    Meglio così. Sarà un successo (come al solito).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, è sempre un uomo molto agitato! ;) Sono molto contenta che lo spettacolo sia allestito in un luogo nuovo, speriamo che vada tutto bene.

      Elimina
  2. E allora goditi questa giornata "diabolica" col tuo personaggio storico preferito ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, l'evento sembra molto promettente: c'è la visita guidata, lo spettacolo e anche una degustazione... il che non guasta!

      Elimina
  3. Con questa estate torrida, l'odore di zolfo ci sta bene, il 13 luglio poi sarà infuocato... 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto sembra essere perfetto per messer Bernabò, a cominciare dalle temperature. :)

      Elimina
  4. È sempre una grande soddisfazione quando una nostra creatura continua il suo viaggio. Che si spieghino le vele, amica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, Luz, ormai lo spettacolo cammina con le sue gambe. Il sogno sarebbe approdare al Castello Sforzesco di Milano, chissà... :)

      Elimina

- Per inserire immagini nei commenti usate questa sintassi: [img]URL_Immagine[/img]
- Per inserire video nei commenti usate questa sintassi: [video]URL_Video[/video]
Sono supportate immagini in JPG, PNG e GIF e video di Youtube e Vimeo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER MENSILE...

... e riceverai in regalo tre racconti storici!

Subscribe

* indicates required

QUALCOSA DI ME

QUALCOSA DI ME
Mi chiamo Cristina Rossi, e sono nata a Milano nel 1963. Ho studiato lingue straniere al liceo, e mi sono laureata in Storia con 110/110 e lode. Lavoro come redattrice e ricercatrice iconografica nel settore scolastico per le lingue moderne. In ambito storico ho scritto e pubblicato sei romanzi, svariati racconti e due drammi teatrali. Ho in cantiere una serie di romanzi ambientati nel Medioevo, e un altro nel periodo della Rivoluzione Francese. Lo pseudonimo di Cavaliere è il mio omaggio al Medioevo.

COLLABORA CON ME

COLLABORA CON ME
Clementina Daniela Sanguanini, nata anche lei a Milano nel 1963. Nella sua professione si occupa di inchieste sociali e ricerche di mercato, con specializzazione in progetti di ricerche motivazionali. La appassiona tutto ciò che concerne l’arte, la storia, la letteratura, il teatro, i viaggi, la musica e il cinema. Ha scritto un romanzo giallo, "Niente Panico", edito da Montecovello Editore. I suoi articoli pubblicati nel blog si trovano ne "L'angolo di Cle".

IL MIO ULTIMO LAVORO

Parigi, 1789. Maximilien Robespierre, Georges Danton, Camille Desmoulins, Antoine de Saint-Just sono tra i protagonisti della Rivoluzione Francese. Ma come si arriva a far scoppiare una rivolta di tale portata, a diventarne il volto e a capeggiare le sue fasi sanguinarie? Solo scandagliando il passato si scioglierà l’enigma. È nella loro infanzia, nella formazione politica e sentimentale, in relazioni proibite consumate nell’ombra, che incomincia a dipanarsi la matassa. Ne emerge un disegno rivelatore di tormentati legami che li uniscono sin dalle esistenze passate. E che li attira verso la bellissima Lucile Duplessis, fenice che rinasce dalle sue stesse ceneri.

Post più popolari

AVVISO AI NAVIGANTI

I commenti sono benvenuti e si può scegliere la modalità Anonimo se non si possiede un account. Raccomando però di firmarsi sempre con nome o nickname, in caso contrario saranno rimossi. Grazie a tutti per la comprensione.

POLITICA DEI COOKIE

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per offrire un migliore servizio ai lettori. Se decidi di continuare la navigazione, significa che accetti il loro uso. Per maggiori dettagli leggi la seguente pagina informativa.
Dal 25 maggio 2018 è entrata in vigore la normativa europea sulla privacy che impone ai visitatori di essere avvisati, tramite una specifica notifica, dell'uso di determinati cookie di Blogger e Google. Per maggiori dettagli sull'aggiunta leggi anche la seguente pagina informativa di Google.