Print Friendly, PDF & Email

Ho grandi novità da comunicarvi, e questo post rappresenterà una prima bella notizia. 

Il viaggio

Renato Ghezzi, presidente dell’associazione letteraria LetterarieMenti di cui ospito il notiziario su questo blog, ha organizzato per noi soci un ciclo di incontri sul tema del viaggio, dove ciascun partecipante avrebbe proposto un proprio romanzo legato a un luogo particolare. La sede dell’incontro sarebbe stata l’associazione culturale di san Fruttuoso in via san Fruttuoso 6 a Monza… in pratica a due passi da casa mia!

Ho aderito sin da subito all’iniziativa: mi è sembrata un’ottima idea anche per svecchiare la solita modalità di presentazione del libro, che di recente suscita molti sbadigli e poco interesse, anche per il diluvio di pubblicazioni sul mercato editoriale. A tutti piace viaggiare, se non altro con la fantasia in mancanza di tempo o possibilità. E un un libro è il mezzo di trasporto più veloce ed economico per giungere a destinazione e percorrere in lungo e in largo il territorio che si intende visitare.

Il Marocco

All’inizio optavo per la Terrasanta ne Le regine di Gerusalemme, dove però non sono mai stata. Alla fine ho scelto il Marocco, terra protagonista del romanzo La Terra del Tramonto sin dal suo titolo. Maghreb significa “la terra dove il sole tramonta”, come potete vedere dalla slide che abbiamo proiettato.

La Terra del Tramonto è il primo volume appartenente al ciclo La Colomba e i Leoni, che si compone attualmente di quattro volumi pubblicati, mentre il quinto e ultimo è in fase di scrittura. Tale ciclo è ambientato all’epoca della prima Crociata e si svolge dunque attorno al 1099.

La presentazione in PowerPoint

Si poteva abbellire l’evento con una presentazione in PowerPoint, per cui mi sono messa subito all’opera scansionando le diapositive del viaggio fatto nel lontano 1994. È stata una bella occasione per rivedere le immagini di quando avevamo trent’anni meno ed eravamo appena sposati!

Era stato un giro lungo, di una quindicina di giorni, dove era successo di tutto, dal temporale nelle gole del Todra alla tempesta di sabbia vicino a Ouarzazate, dai vari malanni intestinali che ci colpivano a turno allo sciopero dei piloti sull’aereo di ritorno. Insomma, non ci eravamo fatti mancare niente. Però era stato un viaggio davvero bellissimo, dove abbiamo visto paesaggi variegati e sorprendenti, osservato le  magnifiche città imperiali, gustato la gastronomia e conosciuto persone molto cordiali.

Volevo comunque inserire una parte storica, senza però appesantire il tutto, e avere l’occasione di leggere dei brevi passaggi del mio romanzo affinché i presenti potessero prendere confidenza con le vicende e i personaggi. PowerPoint è facile e divertente da usare e ci sono delle proposte grafiche che puoi applicare o meno per rendere la slide più attraente.

Ho selezionato delle mie fotografie e anche immagini esenti da diritti tratte dal web, quando queste ultime erano più efficaci e d’impatto. Le diapositive scansite spesso perdono in qualità e non hanno quella luce abbagliante e quella tridimensionalità data dal proiettore e dal telone. Anche questa modalità, io temo, è ormai relegata ai nostalgici della fotografia analogica o a fotografi di nicchia.  

L’associazione culturale San Fruttuoso

Finalmente è arrivato il giorno 18 novembre e alle ore 16:00 ho avuto la possibilità di conoscere innanzitutto la location dell’Associazione Culturale san Fruttuoso di Monza, un ambiente molto confortevole e colorato, e pieno di libri come potete vedere, e i soci che sono stati tutti gentilissimi e molto amabili. Sul finire della presentazione, seguita con grande interesse dal pubblico, abbiamo anche potuto prendere un tè con biscotti e procedere alla vendita del libro. Molti mi hanno fatto i complimenti per la qualità della presentazione!

Il video su YouTube

Magari sarete curiosi di vedermi all’opera, e sarete accontentati! Mio figlio ha ripreso la presentazione con il suo cellulare, e in questi giorni ho potuto caricare il video sul mio canale YouTube, cosa che richiede tantissimo tempo e pazienza. Potete vederlo a vostro comodo e in tranquillità cliccando sul seguente link (dura 1:04) e poi farmi sapere che cosa ne pensate.

Io sono stata molto contenta perché è stata una bella occasione per ripresentare il mio romanzo – una nuova edizione riveduta e corretta con una copertina sfolgorante, opera di Fabio. Ringrazio quindi sia Renato per aver duettato con me sia l’associazione per la loro squisita ospitalità e vi do appuntamento al prossimo post che avrà il titolo di “Ricomincio da tre”.

***

E voi avete un luogo del cuore che avete visitato e in cui vorreste ritornare? O un romanzo che un domani vi piacerebbe riproporre?