Print Friendly, PDF & Email

 

Buongiorno a tutti!

Innanzitutto no, non sono sparita in missione speciale tra il 2023 e il 2024, semplicemente sono stata sommersa dal lavoro, e questa è una buona notizia in quanto significa che sto meglio. Di conseguenza non riuscivo a trovare la giusta concentrazione per scrivere qualcosa di decente e articolato che potesse essere uno spunto utile per chi mi legge, quindi soprassedevo.

E poi, udite udite, ho avuto un blocco dello scrittore di blog. Non mi è mai capitata la paralisi davanti alla pagina bianca, per quanto concerne i miei racconti o i miei romanzi; semmai è vero il contrario, ho troppe idee e molti personaggi per la testa che fanno un gran baccano per uscire allo scoperto. Eppure il solo pensiero di mettermi alla tastiera a scrivere mi provocava un senso di vuoto, come se stessi parlando a me stessa. La situazione internazionale ha non poco contribuito al mio sconforto, mi sembrava che un blog fosse la cosa più inutile del mondo (ne ho parlato nel post prima della pausa natalizia e nella mia newsletter), così il tempo passava con un nulla di fatto.

Quello che mi ha dato la spinta è stata l’ultima newsletter di Marco Freccero, che trattava un argomento importante per chi scrive (autopubblicato o meno), cioè del tanto vituperato e moribondo blog versus i social da cui puoi essere buttato fuori per i motivi più svariati in men che non si dica. Vi riparlerò di questo alla fine del post.

 

Letture del 2023

 

E quindi eccomi qua con l’elenco delle mie letture nel 2023, accompagnati da La lettrice, dipinto di Jean-Honoré Fragonard, risalente al 1776 e oggi custodito alla National Gallery of Art di Washington. Nello scorso anno ho letto parecchio per rimettermi un po’ in pari con i libri in sospeso e anche perché ritengo che la lettura sia una delle poche consolazioni in un’epoca barbarica come la nostra.

Ho segnato in neretto i libri che mi sono piaciuti di più, sia come romanzi sia come saggi sia come manuali, e spero di scrivere qualche recensione nei prossimi post. Ho già recensito alcuni romanzi, come “Vita e destino” di Grossman lo scorso anno (lo trovate qui), quindi non mi ripeterò. Come sempre, i cosiddetti classici, o almeno libri che abbiano più di vent’anni, hanno sempre parecchio da dire, mentre altri più recenti e parecchio incensati e venduti, come “Il club Dumas” di Arturo Pérez-Reverte, mi hanno dato qualche momento di divertimento e interesse, ma non mi hanno convinto del tutto. Ho affrontato anche la lettura di mostri sacri appartenenti al novero dei “libri da leggere almeno una volta nella vita”, uno su tutti “Viaggio al termine della notte” di Céline che mi ha letteralmente tramortito, come se mi avessero dato un colpo di maglio sulla testa. Noterete anche che ci sono molti libri esoterici, poiché questo è un filone che è parecchio nelle mie corde.

Qui di seguito trovate il fatidico elenco dei magnifici 52:

  1.  Vita e destino di Vasilij Grossman
  2. Chi non muore si rivede – Il mio viaggio di fede e allegria tra il dolore e la vita di Alberto Maggi (Collana Maestri dello Spirito a cura di Vito Mancuso)
  3. Il club Dumas di Arturo Pérez-Reverte
  4. Lezioni americane di Italo Calvino
  5. Reincarnazione – Un’indagine nel passato per costruire il futuro di Lynn Elwell Sparrow ed Edgar Cayce
  6. Edgar Cayce e il karma familiare – I legami nascosti che ci uniscono di Kevin J. Todeschi
  7. Cent’anni di fraternità di Arturo Paoli (Collana Maestri dello Spirito a cura di Vito Mancuso)
  8. Edgar Cayce e le anime compagne di Kevin J. Todeschi
  9. La stanza del vescovo di Piero Chiara
  10. Storia della mia fuga dai Piombi di Giacomo Casanova
  11. Viaggio al termine della notte di Louis-Ferdinand Céline
  12. Edgar Cayce e le cronache akashiche di Kevin J. Todeschi
  13. Una solitudine troppo rumorosa di Bohumil Hrabal
  14. Per una storia dell’istruzione e della scuola pubblica in Europa e in Italia: da Erasmo a Helvétius (XVI-XVIII secolo) – Tesi di laurea triennale di Paolo Inguaggiato
  15. Non dimenticatemi – Lettere dal gulag del grande matematico, filosofo e sacerdote russo di Pavel A. Florenskij (Collana Maestri dello Spirito a cura di Vito Mancuso)
  16. Il placido Don di Michail Sciolochov
  17. La guerra continua di Michail Sciolochov
  18. Stella Nera – Il grande domani di Marco Freccero
  19. San Michele Arcangelo a cura di Giorgio Otranto e Sandro Chierici di AA.VV.
  20. Angeli, arcangeli e forze invisibili di Edgar Cayce e Robert J. Grant
  21. Manuale del film – Linguaggio, racconto, analisi di Gianni Rondolino e Dario Tomasi
  22. Lettere a un giovane poeta di Rainer Maria Rilke
  23. Il Ciclo dei Mesi – Da Aosta a Otranto, alla scoperta di un tesoro dell’arte medievale italiana di Jenny Bawtree
  24. Un inverno freddissimo di Fausta Cialente
  25. Il giudice e il suo boia di Friedrich Dürrenmatt
  26. Nel deserto con amore di Charles de Foucauld (Collana Maestri dello Spirito a cura di Vito Mancuso)
  27. I misteri di Parigi di Eugène Sue
  28. La vita quotidiana a Roma ai tempi di Gian Lorenzo Bernini di Almo Paita
  29. La biblioteca abbaziale di San Gallo – La storia, gli edifici, le collezioni di Ernst Tremp, Johannes Huber, Karl Schmuki
  30. La meraviglia barocca dalla Sicilia alle corti europee di Philippe Daverio
  31. Il Luigi XV – Gli stili in ogni tempo e paese di Alvar Gonzalez Palacios
  32. Il Luigi XVI – Gli stili in ogni tempo e paese di Alvar Gonzalez Palacios
  33. Costellazioni familiari sistemiche di Daniele Ronchi
  34. La ghigliottinata – La dama dal nastro di velluto di Alexandre Dumas
  35. Com’era verde la mia vallata di Richard Llewellyn
  36. Uomini che amano le piante di Stefano Mancuso
  37. Troppa realtà fa male di Renato Ghezzi
  38. La dottrina spirituale di Chiara Lubich (Collana Maestri dello Spirito a cura di Vito Mancuso)
  39. Modernità liquida di Zygmunt Bauman
  40. La storia di san Michele di Axel Munthe
  41. La vita che ci state rubando di Angela Camuso
  42. Ma io stanotte non dormo di Angela Camuso
  43. Il signore delle anime di Irène Némirovsky
  44. La vita al tempo della peste – Misure restrittive, quarantena, crisi economica di Maria Paola Zanoboni
  45. Saint-Just – La vertigine della Rivoluzione di Stenio Solinas
  46. What is cultural history? di Peter Burke
  47. Alce Nero parla di John G. Neihardt
  48. Perché ci sia luce di Alessandro Stani
  49. What is Intellectual History Now? di Annabel Brett
  50. Riempiendo il cielo inglese di miraggi di Renato Ghezzi
  51. The fall of Rome and the end of civilization di Bryan Ward-Perkins
  52. I Santi nell’arte di Rosa Giorgi

Se dovessi assegnare i consueti premi, sul podio dei romanzi salirebbero senz’altro questi libri:

  • 1° classificato: I misteri di Parigi di Eugène Sue
  • 2° classificato: Un inverno freddissimo di Fausta Cialente
  • 3° classificato: Com’era verde la mia vallata di Richard Llewellyn

Sul podio dei saggi e manuali, la mia preferenza va a:

  • 1° classificato: Modernità liquida di Zygmunt Bauman
  • 2° classificato: Edgar Cayce e le anime compagne di Kevin J. Todeschi
  • 3° classificato: Perché ci sia luce di Alessandro Stani

Aggiungerei una categoria un po’ particolare, cioè quella dei libri biografici o autobiografici:

  • 1° classificato: Storia della mia fuga dai Piombi di Giacomo Casanova
  • 2° classificato: Alce Nero parla di John G. Neihardt
  • 3° classificato: Saint-Just – La vertigine della Rivoluzione di Stenio Solinas

 

Avete letto qualcuno di questi libri e che cosa ne pensate? Il mio quaderno dove segno le letture da fare va arricchendosi con sempre nuove proposte, ma a mio parere i libri arrivano al momento giusto, e forse alcuni non arriveranno mai.

 

Considerazioni su questo blog

 

Il blog Il Manoscritto del Cavaliere continuerà a vivere fintanto che vivrà la sua titolare, però penso che pubblicherò più che altro recensioni di libri e articoli sull’arte che in definitiva sono gli argomenti che più interessano.

Ci sarà sempre spazio per guest post di amici e altri scrittori che vogliano farlo. Non da ultimo proseguiremo il filone di articoli della nostra amica Clementina che ha ancora molto da raccontarci, sia sulla storia delle donne sia sui tarocchi e i luoghi del cuore. E, molto probabilmente, ci sarà una nuova collaborazione.

***

Per il momento è tutto, vi mando un caro saluto e alla prossima!